Dubbi sugli Impianti

Gli impianti dentali fabbricati in titanio sono molto bio-compatibili sia con il tessuto duro (osso) sia con il tessuto molle (gengiva), per cui la possibilità che si produca una reazione allergica è molto improbabile. Al giorno d’oggi, dopo oltre 12 anni dalla prima collocazione di impianti in titanio, non abbiamo documentato nessun caso di paziente con allergia.

Quando un impianto non si integra nell’osso, non accade per il fatto che l’organismo lo rigetta, ma per diversi fattori, come scarsa quantità o qualità di osso o fattori del paziente, come un consumo di tabacco eccessivo. Come anteriormente spiegato, nelle cliniche PerioCentrum la tassa d’insuccesso nell’integrazione dell’impianto è inferiore all’1%. Anche se i sistemi d’impianto con cui lavoriamo hanno una garanzia a vita, sempre che si proceda a un adeguato mantenimento, se un impianto non funziona, faremo uso di tutte le tecniche necessarie a sostituirlo senza alcun costo aggiuntivo per il paziente.

Quando l’impianto si è osteointegrato, la possibilità di perderlo a lungo termine si produce, generalmente, per infezione. Se si introduce placca batterica e tartaro sotto le gengive, può comparire una patologia denominata perimplantite, in cui si perde progressivamente l’osso di supporto degli impianti. Se questa perdita di osso non viene rilevata in tempo e trattata adeguatamente, l’impianto può arrivare a perdere tutto l’osso e può essere necessario procedere al suo ritiro. L’apparizione di perimplantite è più frequente nei pazienti che hanno sofferto di parodontite, che fumano e soprattutto coloro che non si spazzolano correttamente.

In nessun caso la chirurgia d’impianti dev’essere dolorosa, si realizza con anestesia locale e in alcuni casi mediante sedazione endovenosa cosciente. Il post-operatorio è, generalmente, molto leggero nella maggior parte dei casi, il paziente deve sottoporsi a un trattamento antibiotico profilattico per una settimana e analgesico per il tempo necessario, che si aggira, generalmente tra 1 e 3 giorni dopo la chirurgia. Può prodursi una leggera infiammazione al viso, anche se nella maggior parte dei casi non si verifica nemmeno questo. In alcuni casi di chirurgia più complessa con innesti ossei, può presentarsi un’infiammazione per alcuni giorni, ma mai dolore.

La semplicità o meno della fase post-operatoria dipende in gran misura dalla cura chirurgica e dall’esperienza del chirurgo, i dottori di PerioCentrum utilizzano tecniche di microchirurgia che riducono notevolmente il post-operatorio.

Gli impianti dentali richiedono un grado d’igiene e alcune visite di revisione e mantenimento simili ai denti, il termine tra visite viene marcato dalle condizioni della bocca del paziente (se soffre o meno di parodontite e in che grado), così come da fattori esterni, per esempio se il paziente fuma o meno o la sua abilità per realizzare un corretto spazzolamento della sua bocca.

Un paziente che non soffre di parodontite e non fuma avrà bisogno soltanto di revisioni una volta all’anno, mentre i pazienti parodontali richiedono visite di mantenimento ogni 3-6 mesi, sia per controllare la parodontite dei loro denti che per prevenire l’insorgere di perimplantite.

Gli impianti dentali si uniscono all’osso mediante un processo biologico chiamato osteointegrazione mediante il quale l’osso aderisce saldamente all’impianto.

Il processo di osteointegrazione non è uguale per tutte le marche di impianti. Anche se tutti gli impianti sono in titanio, ogni casa commerciale realizza un trattamento sulla superficie dell’impianto che influisce sulla velocità a cui si produce l’osteointegrazione, sulla quantità di contatto che si produce tra l’impianto e l’osso e, pertanto, sul tasso di successo o insuccesso.

Nelle cliniche PerioCentrum utilizziamo soltanto tre marche di impianti di alta gamma o Premium, con cui otteniamo un tasso di osteointegrazione documentato superiore al 99% degli impianti collocati. Si tratta, inoltre, degli impianti con maggiore velocità di osteointegrazione, in quanto la confezione della protesi definitiva può iniziare a 6 settimane dalla collocazione dell’impianto nella maggior parte dei casi trattati. In situazioni con poco osso, in cui è necessario realizzare tecniche di rigenerazione ossea, il tempo di attesa per iniziare a realizzare la protesi è, generalmente, superiore.

Dipende dalla situazione, ma, in generale, quando manca un dente, è necessario collocare un impianto, quando mancano 2 denti vicini è necessario collocare 2 impianti, ma quando mancano 3 denti vicini è necessario collocare soltanto 2 impianti per sostituire i 3 denti. Nella maggior

Nella maggior parte dei casi in cui sostituiamo un’arcata completa, sia superiore che inferiore, sono necessari tra i 5 e gli 8 impianti per sostituire 12 o 14 pezzi.
Ci sono situazioni, come ad esempio, quando sostituiamo molari con impianti molto corti di 4 o 6 mm in cui è indicata la collocazione di un impianto per dente, in quanto si è rilevato che, se non a lungo termine, questi impianti corti possono perdere l’integrazione per sovraccarico.

In determinate situazioni e sempre previo studio adeguato, possiamo realizzare una protesi fissa provvisoria sugli impianti lo stesso giorno in cui li collochiamo, evitando, in tal modo, ai pazienti di rimanere senza denti durante il periodo di integrazione degli impianti o di dover indossare un apparato rimovibile provvisorio. Questo trattamento non è indicato per tutti i pazienti, per cui i Dottori del Gruppo PerioCentrum ti indicheranno se il tuo caso possiede le caratteristiche adeguate a realizzare il carico immediato.

Sì, è possibile collocare impianti dentali in pazienti con parodontite, ma sempre dopo aver trattato e previamente controllato la parodontite, altrimenti il paziente è soggetto a un alto rischio di soffrire di perimplantite.

Pur avendo controllato la parodontite, i pazienti parodontali hanno un rischio più elevato di soffrire di perimplantite rispetto ai pazienti non affetti da malattia parodontale, per cui, prima di estrarre un dente, dobbiamo sempre essere sicuri che non possa essere mantenuto adeguatamente nella bocca con un trattamento e una cura adeguati.

Da Periocentrum ci prendiamo cura della tua salute generale:

In caso di problemi di salute generale, come problemi di cuore, mettiamo la tua salute al primo posto. Ci metteremo, dunque, in contatto con il tuo medico per valutare la sicurezza dell’intervento e adeguare il trattamento medicinale, laddove necessario.

Da PerioCentrum disponiamo di protocolli post-chirurgici volti a:

  • La riduzione dell’apparizione di problemi postoperatori immediati.
  • Il miglioramento delle immediate conseguenze dopo la chirurgia di impianti dentali.
  • La riduzione dei casi d’insuccesso degli impianti al momento della carica.